Salute: corretti stili di vita a rischio nei contesti sociali più disagiati

“I dati diffusi oggi da Okkio alla Salute, ci fanno vedere un’Italia in cui i bambini sebbene meno obesi rispetto al passato rimangono ai primi posti d’Europa per l’eccesso ponderale infantile – ha commentato Valerio Neri, direttore generale di Save the Children Italia – Il primo passo verso il benessere e la salute è contrastare la sedentarietà e promuovere l’attività motoria. Uno stile di vita attivo associato ad una alimentazione varia ed equilibrata rappresenta la strategia migliore e corretta, sono il modo migliore per mantenersi in forma e in buona salute per i ragazzi”.

“Da alcune nostre indagini, comunque, emerge che comportamenti scorretti o a rischio, come non controllare cosa i figli mangiano, il fatto di mangiare di fronte alla tv o da soli, o ancora il calo dell’attività fisica svolta dai bambini si registrano soprattutto in contesti socio-economici disagiati e potrebbero estendersi a causa della crisi economica e sono quindi da monitorare attentamente, garantendo una risposta sociale al problema”, continua Neri.
E’ questa la sfida che Save the Children ha raccolto due anni fa insieme a Mondelez International Foundation e in partnership sul territorio con il Centro Sportivo Italiano (CSI) e l’Unione Italiana Sport Per tutti (UISP), lanciando Pronti, partenza, via!, un progetto triennale per sostenere, con interventi mirati, la pratica motoria e sportiva e l’educazione alimentare dei bambini. “Pronti, partenza, via!”, che gode del patrocinio della SIP (Società Italiana di Pediatria) e dell’Autorità Garante per Infanzia e l’Adolescenza.

L’intervento si propone di sensibilizzare, informare e coinvolgere bambini, genitori, insegnanti e operatori del settore per promuovere stili di vita più salutari in aree particolarmente disagiate di 10 città italiane distribuite su tutto il territorio nazionale.
Complessivamente, nel corso dei tre anni del progetto, saranno più di 66.000 – tra bambini dai 6 agli 11 anni e loro familiari, oltre a decine di operatori, educatori, insegnanti, pediatri e nutrizionisti – le persone coinvolte direttamente e attivamente dal progetto “Pronti, partenza, via!”, nel quartiere di Sestri Ponente a Genova, quello di Borgo Vittoria a Torino, Corvetto a Milano, Brecce Bianche ad Ancona, Primo, Gattone e Isole ad Aprilia (e provincia di Roma), Rizzeddu a Sassari, Ponticelli a Napoli, San Pio e San Paolo a Bari, San Giovanni a Catania, Acquasanta e Arenella a Palermo.

Tra gli interventi che fanno parte del progetto, il recupero di spazi e strutture in-door e out-door, che si trovano in zone disagiate delle città – campi da gioco, percorsi sportivi, spazi verdi, campi polivalenti, skate e roller park, piste podistiche e ciclabili – ma anche l’azione formativa ed educativa specialistica all’interno delle scuole primarie per promuovere stili di vita e alimentari salutari per i bambini e le loro famiglie, oltre all’apertura di sportelli informativi per tutti.
“Quello che auspichiamo è che progetti come Pronti, partenza, via! possano diventare dei modelli di una più ampia strategia di carattere nazionale da adottare anche da parte delle istituzioni”, conclude Valerio Neri.

WordPress Themes